29/02/2024
(03.05.16)

SAT- LE AREE PROTETTE: DALLA MONTAGNA AL MARE

La SAT si è fatta interprete, in questi ultimi anni, di occasioni di incontro e di confronto  ove sia possibile costruire relazioni che allarghino gli orizzonti sugli aspetti della tutela del territorio e le politiche di gestione delle aree di interesse naturalistico e ambientale. La tavola rotonda “Le aree protette: dalla montagna al mare – esperienze di gestione a confronto” che avrà luogo giovedì 5 maggio alle 14.15, all’ interno dello spazio museo della sede in via Manci a Trento, ha specificatamente questo obbiettivo. Dopo un breve focus sul sistema delle aree protette in Trentino da parte di Claudio Ferrari, dirigente del Servizio Sviluppo Sostenibile della Provincia, sui diversi modelli gestionali dei  parchi nazionali e naturali si confronteranno: Vittorio Alessandro, presidente del Parco Nazionale delle 5 Terre, Giuseppe Bombino presidente del Parco Nazionale dell’Aspromonte, Giacobbe Zortea presidente del Parco Naturale Paneveggio Pale di S. Martino e Joseph Masè presidente del Parco Naturale Adamello Dolomiti di Brenta.  I temi riguarderanno appunto i modelli organizzativi tra parchi naturali e parchi nazionali, il parco come luogo di crescita culturale ed ambientale, ma spesso anche di conflitto con i portatori di interesse, e gli scenari futuri alla luce di finanziamenti sempre più scarsi, fuga dai contesti agricoli e rurali, turismo e antropizzazione da conciliare con tutela e biodiversità.  Mentre in Trentino il conflitto  tra tutela e sfruttamento si gioca spesso a suon di carte bollate, in altre realtà i ruoli di tutela ambientale sono incarichi spesso a rischio, a tal proposito sarà interessante ascoltare la testimonianza di Giuseppe Bombino, presidente del Parco Nazionale dell’Aspromonte, minacciato di morte dalla criminalità organizzata per ben tre volte, l’ultima in ordine di tempo il 16 febbraio scorso.

PDF programma