24/02/2024
(22.12.16)

PAT, Adottato il regolamento urbanistico-edilizio provinciale

Semplificazione, riduzione del consumo del suolo e riqualificazione del patrimonio edilizio esistente: questi gli obiettivi posti dalla legge provinciale per il governo del territorio, oggi ulteriormente rafforzati con l’approvazione, da parte della Giunta provinciale, dell’apposito regolamento urbanistico-edilizio. Si tratta del secondo, fondamentale step di riforma del settore, avviato con il varo della nuova normativa, entrata in vigore nell’agosto del 2015.
“E’ il primo regolamento di questo genere – ha sottolineato l’assessore Daldoss – ed inoltre ha una efficacia immediata e non necessita di un ulteriore recepimento da parte dei comuni. Esso dà concreta attuazione alla legge per il governo del territorio e si pone in continuità con la visione delineata dalla revisione del quadro normativo. Diamo inoltre tempi certi per lo svolgimento delle pratiche, in un’ottica di sburocratizzazione e di accelerazione dei processi decisionali”.
Il regolamento è accompagnato dalle deliberazioni di revisione della materia delle distanze e di revisione della documentazione e della modulistica in materia edilizia e paesaggistica che concorrono a costituire, in un unico strumento normativo, immediatamente efficace e prevalente rispetto agli strumenti urbanistici comunali, tutte le disposizioni attuative della legge per il governo del territorio 2015.

Il regolamento urbanistico-edilizio provinciale si configura come la disciplina unitaria per l’applicazione della legge provinciale per il governo del territorio. L’obiettivo è innanzitutto dare certezza riguardo alle regole applicabili, evitando la frammentazione della disciplina tra fonti di diversa provenienza. Il regolamento inoltre  disciplina l’assetto organizzativo dei soggetti coinvolti nel governo del territorio, chiamati a coordinarsi e a confrontarsi, e dà tempi certi ai procedimenti edilizi, anche attraverso il loro snellimento, riducendone quindi la durata ed evitando appesantimenti burocratici. Nel principio di non duplicazione della disciplina i contenuti del regolamento hanno efficacia immediata e non richiedono alcun adeguamento da parte dei comuni.

I contenuti del regolamento sono stati discussi e approfonditi attraverso numerosi incontri di confronto con il “Tavolo permanente dell’Urbanistica”, composto da soggetti istituzionali, Consorzio dei comuni trentini associazioni, ordini e collegi professionali, tecnici comunali, categorie economiche del settore edile, ognuno dei quali ha apportato il suo determinante contributo. I documenti oggi approvati sono disponibili, per la consultazione, sul sito www.urbanistica.provincia.tn.it. L’iter proseguirà con un confronto finale al Tavolo permanente dell’Urbanistica, con l’acquisizione di un parere del Consiglio delle Autonomie locali e della III Commissione consiliare, per poi arrivare all’approvazione in via definitiva.