19/06/2024
(27 Marzo 2023)

ORDINE DEGLI INGEGNERI E TSM-STEP: UNA COLLABORAZIONE A VANTAGGIO DEL TERRITORIO

Con una serie di proposte formative dedicate alla transizione energetica, ai paesaggi dell’acqua e ai terrazzamenti è ripartita quest’anno a gonfie vele la collaborazione tra l’Ordine degli Ingegneri della provincia di Trento e la Tsm-Scuola per il Governo del Territorio e del Paesaggio che la Provincia autonoma di Trento ha costituito quindici anni fa con il Piano Urbanistico. Una collaborazione che quest’anno ha scelto di focalizzarsi su alcuni temi particolarmente rilevanti per il Trentino e per il lavoro degli ingegneri. L’obiettivo della convenzione è duplice: promuovere una cultura diffusa a vantaggio dei professionisti che operano nel contesto locale e attuare sinergie di lungo raggio utili per lo sviluppo del territorio.

“Abbiamo ritenuto prioritario investire nel consolidamento del rapporto con la Scuola per il Governo del Territorio e del Paesaggio, che risale al 2008 quando il Piano Urbanistico ha previsto la presenza dell’Ordine nella governance della struttura, perché si tratta di una eccellenza nel campo dell’innovazione e della formazione, con cui condividiamo visione e obiettivi – spiega la Presidente dell’Ordine degli Ingegneri Silvia Di Rosa –. La collaborazione tra soggetti ed enti diversi è a nostro avviso il modo migliore per affrontare la complessità crescente del mondo contemporaneo anche in termini di progettazione. Integrare modalità e procedure, condividere informazioni, professionalità e strumenti di lavoro permette di rispondere in maniera puntuale alle necessità del nostro territorio e si traduce in un vantaggio per tutti”.

“Il paesaggio è un tema fondamentale per i professionisti del nostro territorio. La Provincia autonoma di Trento, attraverso la Scuola per il Governo del Territorio e del Paesaggio – dice il vicepresidente della Provincia autonoma di Trento Mario Tonina – ha avviato ormai da alcuni anni un’azione a sostegno delle competenze dei professionisti necessarie a leggere e comprendere il paesaggio per intervenire in modo sempre più attento e appropriato. In questa cornice il rapporto con l’Ordine degli Ingeneri è particolarmente importante e strategico per lo sviluppo di iniziative formative e culturali a sostegno della crescita qualitativa delle azioni di trasformazione dei luoghi”.

Il valore di questa collaborazione viene ribadito da Gianluca Cepollaro, responsabile della Scuola, che sottolinea l’importanza del tema attorno a cui ruotano le proposte formative di quest’anno: “Trovo di non secondaria importanza il fatto che l’Ordine degli Ingegneri della Provincia di Trento continui a confermare la propria attenzione alle tematiche territoriali e paesaggistiche, con una sensibilità che denota la capacità di andare oltre gli aspetti squisitamente tecnici e di guardare a un orizzonte più ampio. Una sensibilità che si fa metodo: l’Ordine degli Ingegneri è presente nella governance della Scuola, costituito da un Comitato Scientifico nominato dalla Giunta Provinciale, e partecipa concretamente all’indirizzo e al coordinamento delle attività; così come è una componente fondamentale del Forum dell’Osservatorio del Paesaggio della Provincia autonoma di Trento”.