24/06/2024
(28 Ottobre 2014)

OAPPC della Provincia di Trento, incontro TUTELA DELL’ARCHITETTURA MODERNA E CONTEMPORANEA

 Si è soliti attribuire un valore architettonico al patrimonio edilizio storico, a volte indipendentemente dalla reale qualità del costruito seguendo una logica secondo la quale tutto quello che appartiene al passato ha valore di per sé, mentre tutto quello che è contemporaneo ha scarso valore. In realtà immaginare una tutela, collegata a degli specifici sistemi di restauro del patrimonio architettonico, impone una considerazione del valore «culturale» ed «artistico» di un’opera, prima ancora che storico. Questo concetto appare ancora più evidente quando l’opera che necessita interventi di restauro è un’architettura appena completata. Ciò che va salvaguardato non è banalmente una struttura appartenente al passato – remoto o recente che sia – ma un’architettura che ha in sé un oggettivo valore di testimonianza artistica di una determinata epoca, anche se si tratta dell’oggi.

Programma

La selezione delle opere di rilevante interesse storico-artistico realizzate in Trentino dal 1945 a oggi
Alessandra Turri, Soprintendenza per i Beni architettonici e paesaggistici di Venezia e laguna

Strumenti normativi per la tutela
Fabio Campolongo, Soprintendenza per i Beni architettonici della Provincia autonoma di Trento

Architetture di Bruno Morassutti a San Martino di Castrozza. 1956/1964
Roberto Dulio, Docente di storia dell’architettura presso il Politecnico Milano

Dieci proposte di tutela
Alberto Winterle, Presidente dell’Ordine degli Architetti PPC della provincia di Trento
 
Ne discutono:
Cristiana Volpi, Docente di storia dell’architettura presso l’Università di Trento; Michela Cunaccia, Soprintendenza per i Beni architettonici della Provincia autonoma di Trento; Waltraud Kofler Engel, Ufficio Beni architettonici ed artistici della Provincia autonoma di Bolzano; Angiola Turella, Servizio Urbanistica e tutela del paesaggio Provincia autonoma di Trento

Modera Alessandro Franceschini

PDF Programma