24/05/2024
(19 Luglio 2018)

MUSE, mostra, Una montagna di vita. Ecosistemi d’alta quota e cambiamenti climatici

Inaugura domenica 22 luglio alle 16 al Giardino Botanico Alpino sul Monte Bondone la mostra Una Montagna di Vita – Ecosistemi d’alta quota e cambiamenti climatici. L’esposizione fotografica nasce nell’ambito del progetto, dall’omonimo volume, per illustrare gli ecosistemi montani italiani e i complessi processi che ne determinano la dinamica.

Foto, didascalie e testi che accompagnano la raccolta di immagini creano un ponte fra fruizione estetica e divulgazione scientifica. Attraverso le immagini dei fotografi naturalisti che hanno contribuito alla mostra vengono raccontate le principali tipologie di ecosistemi montani italiani e le differenze tra regioni e quote diverse; le caratteristiche principali degli ecosistemi e gli adattamenti di piante e animali alle difficili condizioni della montagna; i rapporti esistenti tra le varie componenti degli ecosistemi e la complessa interazione tra attività umane e ambiente montano.

A supporto della mostra, il MUSE ha prodotto un’installazione che si intitola “CAN YOU STOP NATURE?” e consiste di 117 fotografie, sospese su 7 corde tese fra 35 pali di acacia, che come note musicali dialogano fra loro e raccontano la melodia della natura. Sono “istantanee”, fermo immagine che si focalizzano sugli ecosistemi montani, sull’ambiente e gli adattamenti d’alta quota, sulla rete trofica e sull’impatto antropico.

All’interno del recinto circolare, invece, il tempo continua, la natura fa il suo corso, con i suoi ritmi e i suoi modi, come il Terzo Paesaggio, un giardino incolto nel Giardino Botanico. Sarà poi la musica, la melodia di J.S. Bach (partita numero 2 BWV 1004 Allemand- Corrente-Sarabanda-Giga-Ciaccona), suonata dal violinista Giulio Maria Mennitti, ad accompagnare l’evento e consegnare le istantanee al flusso delle stagioni e del tempo nella cornice delle Viote di Monte Bondone.