24/06/2024
(08 Marzo 2016)

MAG – Museo di Riva del Garda, IL PAESAGGIO PROTAGONISTA DEI NUOVI PROGETTI ESPOSITIVI 2016

Sabato 12 marzo alle ore 18.00  riapre il Museo di Riva del Garda Inaugurazione dei nuovi progetti espositivi 2016 del MAG: il paesaggio protagonista con la pittura e la fotografia, il video e la scultura.  

Parte dalle suggestioni evocate dal filmato Riva – Die Perle am Gardasee (seconda metà anni ’20, 35mm, 6′), per sfociare lungo un percorso fotografico attraverso le principali località del lago di Garda, la mostra curata da Layla Betti Die Perle am Gardasee. Immagini del lago di Garda negli anni Venti allestita al piano terra del Museo (13.03 – 06.11.2016). Nel breve film privato, un anonimo turista tedesco compie un viaggio sul Garda e ne riporta un delicato racconto che si fa, a quasi un secolo di distanza, documento storico. Il turista impreziosisce il suo racconto filmico con note bianco su nero, in pieno stile del cinema muto di quegli anni. Il percorso prosegue con una corposa selezione di fotocartoline della Ditta A. Pandini di G. De Lucia di Brescia, attiva tra 1920 e 1935, che produsse e diffuse numerose cartoline del Garda e del bresciano.

Assorti nel paesaggio. Visioni a confronto in Pinacoteca  riprende parte del titolo di una mostra che il Museo Alto Garda dedicò nel 2015 a una selezione di opere di paesaggi gardesani realizzate da alcuni pittori nordici fra Ottocento e Novecento. Nel caso di questo specifico progetto pensato per il 2016 (13.03 – 06.11.2016), Assorti nel paesaggio diventa, più che il titolo di una mostra o di una sezione, il nome di una partitura che pervade trasversalmente la Pinacoteca del MAG, di una tematica che si dipana lungo le sale dell’intero primo piano del Museo. Il sottotitolo, Vedute a confronto, si pone come una chiave di lettura del percorso espositivo, che non vuole essere l’unica all’interno della Pinacoteca, ma suggerire una possibilit&ag rave; di incedere negli spazi, incontrando vedute, appunto, ma anche visioni e interpretazioni del paesaggio attraverso i secoli e i linguaggi della pittura e della cartografia, dell’incisione e del disegno, della fotografia storica e contemporanea.

Sul versante della collaborazione avviata nel 2013 con il Mart Museo di arte moderna e contemporanea di Trento e Rovereto, proseguirà anche quest’anno il progetto sul contemporaneo nell’Alto Garda curato da Denis Isaia e Federico Mazzonelli Der Blitz. Ricerca, azione e cultura contemporanea, nato all’interno del MAG come strumento per rappresentare le ricerche legate all’arte contemporanea e metterle a confronto con il territorio. La prima tappa di Der Blitz 2016 sarà svelata anch’essa sabato 12 marzo alle 18.00 all’interno dello spazio museale e consisterà nel lavoro Fluidi del giovane artista trentino David Aaron Angeli, che alterna sculture in cera con disegni a carbone su carta.
 

Per informazioni
info@museoaltogarda.it
www.museoaltogarda.it