19/06/2024
(18 Settembre 2023)

INTERVENTI RECUPERO DEI CASTAGNETI AI FINI PAESAGGISTICI

La Giunta provinciale ha approvato, dopo l’adozione preliminare dello scorso agosto, il bando 2023 per interventi dei privati di recupero di castagneti ai fini paesaggistici. Con questa iniziativa si vogliono contrastare i fenomeni di abbandono promuovendo il recupero dei castagneti, coniugando lo sviluppo dell’economia locale con gli obiettivi di conservazione dell’identità dei luoghi e favorendo anche forme di turismo lento, naturalistico e culturale di qualità.

Il bando è rivolto a interventi effettuati su tutto il territorio della Provincia di Trento da parte di privati (persone fisiche o imprese prevalentemente agricole) che alla data di presentazione della domanda siano proprietari o titolari di diritti reali, anche per quote, della particella catastale/delle particelle catastali sui cui insiste/insistono la pianta/le piante di castagno da frutto interessate da interventi di recupero o mantenimento ai fini paesaggistici.

Il contributo può arrivare a 4.000 Euro per ciascun beneficiario; domande dal 2 ottobre fino al 20 novembre prossimi.

Le tipologie di intervento oggetto del bando, sono:

  • recupero e/o mantenimento a fini paesaggistici di castagneti da frutto – massimo 8 piante per beneficiario 
  • ripristino – sistemazione dell’area direttamente collegata alla pianta oggetto di contributo.

Le domande si possono presentare nelle seguenti modalità:

  • trasmissione a mezzo posta elettronica (certificata e non) esclusivamente alla casella “serv.urbanistica@pec.provincia.tn.it;
  • trasmissione al Servizio Urbanistica e Tutela del paesaggio a mezzo raccomandata con ricevuta di ritorno; in tal caso fa fede il timbro dell’ufficio postale accettante;
  • presentazione della domanda cartacea mediante consegna a mano presso il Servizio Urbanistica e Tutela del paesaggio o presso gli sportelli di assistenza e di informazione al pubblico della Provincia autonoma di Trento decentrati sul territorio.

L’ecosistema castagneto, paesaggio di grande pregio, viene considerato quale bene culturale da valorizzare per la sua funzione produttiva e paesaggistica, per il pregio naturalistico, per l’interesse storico-culturale, per la funzione turistico-ricreativa. Si considera necessario attuare pratiche di recupero dei castagneti abbandonati. Una modalità di mantenimento e recupero delle piante è l’intervento periodico di potatura e di pulizia (eliminazione della sterpaglia, dei cespugli e delle piante infestanti presenti sotto i castagni) delle aree direttamente collegate per ringiovanire la pianta e darle la “luce” adeguata per irrobustirsi.