19/06/2024
(06 Ottobre 2020)

GIULIO ANDREOLLI: INGEGNERE|ARCHITETTO, UOMO DI VISIONE

Ci sono uomini che durante la loro vita non si accontentano mai e continuano una incessante azione di costruzione del bene comune, avendo ben presente che vivere nel bello aumenta la qualità della vita. 
I segni di Giulio rimangono in molti luoghi del territorio, così come nella sua amata Città, dove spiccano nell’arredo urbano, nella Chiesa di San Giorgio, nel cimitero di Noriglio e nel MART, di cui fu sicuramente uno dei protagonisti indiscussi e dei suoi realizzatori. 
Giulio aveva anche una inesauribile ferma e determinata volontà di continuare a studiare, crescere professionalmente, di formarsi e di iniziare i più giovani allo sviluppo di una sensibilità ed un rispetto nei confronti della Terra che ci ospita.
I segni progettuali, architettonici che Giulio Andreolli ci ha lasciato sono lì a testimoniare le sue realizzazioni, ma certamente il lascito maggiore è quello intellettuale: dei progetti, degli archivi. 
È proposito, non solo della Famiglia, il far continuare a vivere i suoi sogni e le sue visioni, arricchendo il patrimonio culturale della nostra comunità. 

È possibile partecipare in sala nel rispetto delle disposizioni sanitarie vigenti; è prevista inoltre la diretta streaming sulla pagina Facebook della Fondazione Luigi Negrelli.

PROGRAMMA 
Registrazione partecipanti h 9:00-9:30 
interventi istituzionali 
Francesco Valduga, Sindaco di Rovereto 
Mario Tonina, Vicepresidente della Provincia Autonoma di Trento 

contributi
IL PENSIERO DI GIULIO ANDREOLLI PROGETTISTA, INGEGNERE-ARCHITETTO Sergio Giovanazzi, Architetto 
L’ATELIER DI VIA TARTAROTTI COME LABORATORIO Francesco Misdaris, Ordine degli Ingegneri di Trento 
LA NASCITA DELLA FONDAZIONE NEGRELLI Antonio Armani, Alberto Salizzoni, Fondazione Luigi Negrelli 
UN INGEGNERE PER IL PAESAGGIO Giorgio Tecilla, Osservatorio del Paesaggio della Provincia Autonoma di Trento, STEP 
UN COLLEGA FUORI DAL COMUNE Raffaele Mauro, Facoltà di Ingegneria Università di Trento 
IL FARE ARTIGIANO Alberto Filippi, Officina Filippi Cadine 
LA NOSTRA CITTÀ Giuseppe Graziola, già Assessore Lavori Pubblici del Comune di Rovereto 
L’IMPEGNO PER FAR CRESCERE LA QUALITÀ DEL SUO LAVORO E LA COMMITTENZA Maurizio Tomazzoni, già Assessore Urbanistica e Cultura del Comune di Rovereto 
QUALE FUTURO Cristiana Volpi, Facoltà di Ingegneria Università di Trento 

Jörg Schwalm, Violino 
Francesco Maria Veracini – Largo 
J. Emile Massenet – Méditation da Thais 
Antonio Vivaldi – L’inverno II e III movimento 

coordinamento 
Rocco Cerone, Giornalista 
Rita e Francesco Andreolli ringraziano l’Amministrazione del Comune di Rovereto, l’IPRASE, l’Ordine degli Ingegneri e la Fondazione L. Negrelli per il prezioso supporto, oltre a tutti coloro che hanno contribuito, a vario titolo, alla realizzazione dell’iniziativa

PDF allegato