15/07/2024
(17 Ottobre 2016)

Corso ENVIRONMENTAL JOURNALISM

La complessità delle questioni ambientali, dal clima all’acqua, all’aria, rende oggi necessario aggiornare i modi in cui si comunica dal punto di vista giornalistico intorno a questi fenomeni. Informare sui problemi relativi alla criticità delle risorse in rapporto alla valutazione dei bisogni e dei comportamenti all’interno delle comunità pone, infatti, oggi un grande problema di efficacia della divulgazione. L’informazione e le comunicazioni dei dati relativi all’ambiente, alle risorse naturali, al paesaggio, al territorio, sono spesso centrate su dati tecnici non sempre accessibili: o sono ideologicamente schierate, o presentano livelli di genericità. La disattenzione ad educare al rischio, inoltre, è uno dei problemi maggiormente diffusi nella circolazione dell’informazione e dei significati.

tsm-step e Muse, all’interno del programma della Rete UNESCO per la Formazione e la Ricerca intendono creare un evento centrato sul giornalismo ambientale e l’educazione ambientale che si concentri su temi come i cambiamenti climatici, l’aria, l’acqua, il suolo e altre questioni ambientali. L’obiettivo è fornire ai giornalisti un’occasione di confronto e dialogo sui modi più appropriati di informare e comunicare su questi temi, ponendosi anche un obiettivo di natura educativa.

Il corso intende contribuire a dialogare con specialisti della comunicazione riguardo ai temi fondamentali legati ai concetti di vivibilità, paesaggio, ambiente e territorio. A partire da una introduzione di un direttore di giornale, si svolgerà un forum per individuare i vincoli e le possibilità di fare giornalismo ambientale, con conseguente definizione dei temi più rilevanti. Il forum sarà facilitato da conduttori formatori che cureranno anche la sintesi finale della sessione. Si prevede inoltre la presentazione di alcune relazioni scientifiche proposte con taglio divulgativo, sui principali temi dell’environmental journalism, individuati con la collaborazione dei Direttori e degli Ordini.

Il percorso prevede il coinvolgimento di giornalisti e pubblicisti. In una prospettiva in cui il locale si fa capace di attivare il globale e di creare un’occasione di confronto e crescita professionale, saranno i giornalisti dei territori Dolomitici a condurre ed animare il dialogo tra colleghi, ospitando alcuni contributi esterni importanti, sia in campo scientifico che giornalistico.

Il corso si terrà al MUSE l’11 e il 12 novembre.  Per partecipare occorre effettuare l’iscrizione inviando una mail all’indirizzo emanuela.fellin@muse.it

PDF programma