29/02/2024
(21.04.23)

ALPS. COMPRENDERE LA MONTAGNA

Giovedì 27 aprile alle ore 18.00 a Le Gallerie di Piedicastello sarà inaugurato il percorso espositivo dedicato alle Alpi e alla comprensione della montagna, promosso dalla Fondazione Museo storico del Trentino con il Trento Film Festival: un viaggio nella storia dell’arco alpino alla scoperta del rapporto uomo/natura, delle sfide per promuovere la cultura della sostenibilità e delle grandi trasformazioni che hanno interessato negli ultimi secoli la montagna del Trentino.

La mostra è curata dai ricercatori della Fondazione Museo storico del Trentino Alessandro de Bertolini, Luca Caracristi e Sara Zanatta e si propone di comprendere la montagna – quella vissuta, quella percepita e quella governata – in un momento storico attraversato da enormi accelerazioni e mutamenti, dove le Alpi, terra di mezzo, si presentano al centro del cambiamento. La presenza delle infrastrutture, delle industrie, del turismo di massa, delle vie di comunicazione e, più in generale, degli effetti moltiplicatori della forza umana connessa all’uso massiccio delle protesi tecnologiche, hanno portato i territori di montagna al centro dell’attenzione. In questo continuo cambiamento, le Alpi sono diventate un grande laboratorio di studio transnazionale e multietnico per la messa a punto di buone pratiche e per l’elaborazione di modelli di organizzazione territoriale ecosostenibili.

Il progetto è un’opera corale, frutto della collaborazione tra Fondazione Museo storico del Trentino e Trento Film Festival, Tsm|step Scuola per il Governo del Territorio e del Paesaggio, Fondazione Dolomiti UNESCO, Club Alpino Italiano (CAI), Museo etnografico trentino di San Michele (METS), Slow Food Editore e Slow Food Trentino Alto Adige, Società degli Alpinisti Tridentini (SAT), Parco Nazionale dello Stelvio e Parco Naturale Adamello Brenta e Servizio sviluppo sostenibile e aree protette della Provincia autonoma di Trento. La mostra è stata realizzata anche grazie al contributo di Fondazione Caritro. Questi soggetti hanno ideato e costruito assieme alla Fondazione Museo storico del Trentino singole sezioni tematiche in mostra.

Il percorso espositivo si concentra sugli ultimi secoli, dal basso medioevo in avanti, quando la colonizzazione rurale della montagna pone le basi per la nascita del paesaggio alpino come noi lo conosciamo. I temi scelti si articolano in una serie di azioni che identificano altrettante aree in mostra: ABITARE, CONQUISTARE, GOVERNARE, RACCONTARE, LAVORARE e RAPPRESENTARE le Alpi. A queste azioni si aggiungono tre importanti focus tematici sulle Dolomiti patrimonio mondiale UNESCO, sul Club Alpino Italiano (CAI) e sulla Società degli Alpinisti Tridentini (SAT).

Il progetto si avvale della collaborazione di alcuni grandi esperti e narratori del mondo alpino: per la sezione Governare le Alpi Antonio De Rossi, architetto e ordinario al Politecnico di Torino, autore di importanti volumi per Donzelli Editore sulla “costruzione del paesaggio alpino” e membro del comitato scientifico di Tsm|step Scuola per il Governo del Territorio e del Paesaggio; per la sezione Abitare le Alpi Annibale Salsa, antropologo ed epistemologo, profondo conoscitore delle Alpi, già presidente generale del Club alpino italiano (CAI) e Presidente del comitato scientifico di Tsm|step e componente del Comitato Scientifico della Fondazione Dolomiti UNESCO; per la sezione dedicata al Club Alpino Italiano (CAI) Marco Albino Ferrari, scrittore e autore, giornalista e sceneggiatore, già direttore della rivista Meridiani Montagne e attualmente direttore editoriale e responsabile attività culturali del CAI. Le sezioni Lavorare le Alpi e Governare le Alpi, invece, sono state curate rispettivamente con il Museo etnografico trentino di San Michele (METS) e con il Servizio sviluppo sostenibile e aree protette della Provincia autonoma di Trento.

PDF invito