29/05/2024
(27 Giugno 2019)

”Dolomites UNESCO Fest” a San Vigilio

Il Dolomites UNESCO Fest è pensato come evento itinerante al fine di consentire alla popolazione locale così come ai turisti di conoscere ogni anno un posto diverso del patrimonio UNESCO, grazie a un programma variegato e di qualità. La partecipazione è gratuita.

Per tutta la giornata di sabato, il “miglio delle esperienze” consentirà a grandi e piccini di conoscere in modo divertente le Dolomiti, Patrimonio Mondiale UNESCO. Grazie al facepainting, proposto dai collaboratori del Museo di Scienze Naturali dell’Alto Adige, adulti e bambini si vedranno trasformati in dinosauri; sono anche in programma le Olimpiadi di questi animali preistorici. La nota paleontologa Evelyn Kustatscher illustrerà l’aspetto delle Dolomiti milioni di anni fa, mentre gli interessati potranno osservare da vicino le civette o imparare a individuare e riconoscere diversi tipi di roccia. I visitatori avranno l’occasione unica di ascoltare il canto degli alberi: dei sensori applicati sulle piante ne amplificheranno, infatti, le frequenze, consentendo così di scoprire che pino e larice hanno due voci molto diverse.

La grande sfilata delle leggende dei Fanes, che vedrà la partecipazione di oltre 200 comparse in costume, sarà sicuramente un’esperienza entusiasmante per tutti gli spettatori. Il Parco Naturale Fanes-Senes-Braies è, infatti, famoso anche per le sue saghe e i visitatori avranno modo di vivere in prima persona la magia evocata dalle leggende di Dolasilla, Spina de Mul e Nani dal Latemar.

Il programma prevede inoltre un’escursione mattutina guidata e la presenza di stand gastronomici con prodotti di qualità provenienti dalle diverse aree dolomitiche. In due differenti momenti della giornata, i famosi “gelatieri di Zoldo” offriranno gratuitamente il loro rinomato gelato. Non mancherà la musica dal vivo e, per gli appassionati di cultura, saranno allestite una mostra fotografica e una di opere d’arte.

Nei due giorni precedenti alla festa (27 e 28 giugno) si terranno a San Vigilio due conferenze e una tavola rotonda aperte a esperti e interessati, nel corso delle quali saranno approfonditi i temi della tutela ambientale, dell’eredità per le generazioni future, del turismo sostenibile, della valorizzazione dei prodotti locali, dello studio scientifico delle Dolomiti e dell’inquinamento luminoso. Durante la conferenza stampa i due organizzatori degli incontri, il divulgatore scientifico Rodolfo Calanca e il geologo e direttore dell’associazione “Geologia e turismo” Ludwig Nössing, hanno sottolineato l’importanza dei relatori chiamati a partecipare ai due giorni di conferenze come, per esempio, Claudio Marazzini dell’Accademia della Crusca e Enrico Vicenti, segretario generale della Commissione Nazionale Italiana per l’UNESCO, anticipando i temi che saranno trattati.