29/02/2024
(24.11.16)

A nord di Trento, a sud di Bolzano, mostra ”LA MONTAGNA NASCOSTA”

La quarta edizione del progetto “A nord di Trento, a sud di Bolzano” si intitola “La montagna nascosta” e aprirà i battenti sabato 26 novembre a Salorno, Palazzo An Der Lan. La mostra rimarrà aperta fino all’11 dicembre.La quarta edizione di “A nord di Trento, a sud di Bolzano”, La montagna nascosta, racconta una montagna un po’ diversa da quella tipica delle valli trentine e sudtirolesi. Limite verticale di un territorio di fondovalle molto spesso vissuto principalmente come via di collegamento, la montagna a nord di Trento e a sud di Bolzano è un territorio da scoprire (o riscoprire) per una grande quantità di suggestioni e temi aperti.

Cosa rappresenta oggi la montagna per i comuni e gli abitanti di fondovalle? Svolge le funzioni del parco urbano? Custodisce memorie importanti e ambienti naturali di pregio? È una risorsa per un turismo sostenibile? È oggetto di politiche di sviluppo e salvaguardia particolari? La mostra cerca di rispondere a queste domande con gli occhi degli artisti (i fotografi Francesca Padovan, Luca Chistè, Ivo Corrà, Heinrich Wegmann e il regista video Michele Trentini) e le riflessioni di studiosi ed esperti raccolte nel catalogo. Oltre alla mostra di fine novembre a Salorno, il progetto prevede almeno altre 3 repliche sul territorio e un ciclo di seminari esperienziali nei luoghi di montagna da tenersi in primavera 2017 (che coinvolgeranno ancora anche il Comune di Salorno).

La mostra è realizzata dalle Sezioni di Trento e di Bolzano dell’Istituto Nazionale di Urbanistica (INU) e dal portale Ambiente Trentino, in collaborazione con i principali attori istituzionali del territorio: Comunità Rotaliana-Königsberg, Comunità Comprensoriale Oltradige Bassa Atesina, Comune di Trento e Comune di Bolzano e con il sostegno della Regione Autonoma Trentino-Alto Adige/Südtirol. Venerdì 2 dicembre è in programma la presentazione del catalogo seguita da una tavola rotonda con i fotografi, gli autori dei testi del volume e altri ospiti. Nel periodo della mostra si potranno attivare specifici laboratori per le scuole in tema di fotografia e territorio. “La montagna nascosta – dicono gli organizzatori – racconta una montagna un po’ diversa da quella tipica delle valli trentine e sudtirolesi. Limite verticale di un territorio di fondovalle molto spesso vissuto principalmente come via di collegamento, la montagna a nord di Trento e a sud di Bolzano è un territorio da scoprire (o riscoprire) per una grande quantità di suggestioni e questioni aperte”.