logo osservatorio tsm
logo osservatorio tsm
23/09/2018
(15.05.2018)

Workshop, L’esperienza dell’Osservatorio nazionale del Paesaggio Rurale

Firenze, 28 maggio 2018


L'Osservatorio Nazionale del Paesaggio, istituito con decreto ministeriale n. 17070/2012, ha specifiche funzioni tra cui il compito di:

  • censire i paesaggi, le pratiche agricole e le conoscenze tradizionali definendo la loro significatività, integrità e vulnerabilità, tenendo conto sia di valutazioni scientifiche, sia dei valori che sono loro attribuiti dalle comunità, dai soggetti e dalle popolazioni interessate;
  • promuovere attività di ricerca che approfondiscano i valori connessi con il paesaggio rurale, la sua salvaguardia, la sua gestione e la sua pianificazione, anche al fine di preservare la diversità bio-culturale. 

Al fine di conseguire alcuni degli obiettivi derivanti dall’esercizio delle sue funzioni (art. 3 del decreto) l’Osservatorio (ONPR) si è dotato del “Registro nazionale dei paesaggi rurali di interesse storico, delle pratiche agricole e delle conoscenze tradizionali”. I paesaggi ad oggi iscritti nel Registro sono 10 ai quali si aggiunge il riconoscimento di due pratiche agricole, ma molte sono le candidature di Paesaggi pervenute da tutta Italia fino ad oggi.

Per dare maggiore visibilità alle funzioni dell’Osservatorio (obiettivi, benefici attesi, ecc.) e soprattutto di presentare l’iter per la candidatura al Registro nazionale e la documentazione necessaria, nell’ambito della Rete Rurale nazionale 2014-2020, l’Ismea ha organizzato un ciclo di tre workshop, l’ultimo dei quali si svolgerà il 28 maggio p.v. (inizio alle ore 9.30) a Firenze, con il patrocinio della Regione Toscana, presso la sede dell’Auditorium di Santa Apollonia, in via Gallo 25.

Il workshop, dal titolo “L’esperienza dell’Osservatorio nazionale del Paesaggio rurale” è destinato a tutti i funzionari regionali che si occupano di sviluppo rurale o di tematiche afferenti il Paesaggio e l’urbanistica e in special modo ai Comuni, agli enti Parco, alle associazioni ambientaliste e altre associazioni che si occupano della valorizzazione del territorio, così come a tutte le candidature pregresse che dal 2014 al 2018 hanno presentato le schede di segnalazione al Mipaaf (presso l'ufficio della DISR III).

Inoltre, nella giornata di lavori è prevista la partecipazione e testimonianza di tre paesaggi rurali storici toscani già iscritti nel Registro, ossia il Paesaggio Silvo pastorale di Moscheta, il Paesaggio rurale storico di Lamole e il Paesaggio policolturale di Trequanda.

E’ possibile partecipare al workshop inserendo la propria iscrizione al link qui sotto, si fa presente altresì che il programma sarà disponibile nei prossimi giorni allo stesso link.

https://www.reterurale.it/flex/cm/pages/ServeBLOB.php/L/IT/IDPagina/18205


PDF Locandina

Informazioni:  p.lauricella@ismea.iti.fodera@ismea.it.