logo osservatorio tsm
logo osservatorio tsm
03/12/2020
(12.12.2018)

Premio del Paesaggio del Consiglio d’Europa 2018-2019

Anche in occasione della VI Edizione del Premio del Paesaggio del Consiglio d’Europa il Ministero per i beni e le attività culturali intende avviare una ricognizione delle azioni esemplari attuate nel territorio italiano, al fine di individuare la Candidatura italiana al Premio. Per questo, il Mibac ha pubblicato un bando rivolto alle amministrazioni pubbliche locali (Regioni, Comuni e altri soggetti anche in forma aggregata) e a soggetti associativi privati senza fine di lucro, singolarmente o in associazione tra loro. Una Commissione nominata dal Ministero individuerà, tra le proposte pervenute, la Candidatura Italiana alla selezione di Strasburgo per l’attribuzione del Premio del Consiglio d’Europa. Per inviare le candidature c’è tempo fino al 20 dicembre 2018.

La proposta dovrà riguardare un progetto, un programma o una politica per la salvaguardia, la gestione e/o la pianificazione sostenibile di un contesto paesaggistico rispondenti ai criteri indicati nel Regolamento del Premio consultabile sul sito. La partecipazione sarà possibile attraverso la compilazione on line del formulario pubblicato sul sito www.premiopaesaggio.beniculturali.it, che contiene tutte le informazioni necessarie per la valutazione della proposta inoltrata.

Il 14 marzo 2019, in occasione della celebrazione della Giornata Nazionale del Paesaggio, il progetto italiano candidato al premio europeo riceverà il Premio Nazionale del Paesaggio, istituito nel 2016 dallo stesso MiBAC. In tale occasione saranno attribuiti ulteriori riconoscimenti ai progetti considerati di particolare interesse.

La partecipazione dell’Italia al Premio del Paesaggio del Consiglio d’Europa, indetto con cadenza biennale dallo stesso Consiglio – come previsto dall’art.11 della Convenzione Europea del Paesaggio – ha costituito e costituisce un’importante occasione di promozione e divulgazione dei valori connessi al paesaggio, coerentemente con gli impegni assunti a Firenze nel 2000 all’atto della sottoscrizione della Convenzione Europea del Paesaggio.