logo osservatorio tsm
logo osservatorio tsm
24/06/2017
(22.02.2017)

ORDINE DEGLI ARCHITETTI PPC DI TRENTO, Empatia creativa. Conversazione con Mario Cucinella

Trento, Consorzio dei Comuni Trentini, 23 febbraio 2017 ore 17.30


L’internazionalizzazione dei processi del costruire indifferente ai luoghi, alle culture, alle condizioni paesaggistiche ed energetiche, ha creato una diffusione di modelli non adeguati al clima ed alle condizioni locali, tanto da trasformare il costruito non in opportunità, ma in problema energetico planetario. Se da una parte la crescita della città è stata, di fatto, una grande opportunità di questo secolo, dall’altra lo sviluppo di un’economia orientata esclusivamente al profitto ha generato una profonda disattenzione alle persone e generato, nelle città, luoghi di estraneità. La conseguenza è stata una volgarizzazione dei modelli edilizi che ha portato non solo ad un appiattimento del paesaggio urbano e ad una indifferenza ai diversi bisogni, ma ha creato un problema di consumi spesso inconciliabili con le microeconomie, provocando inoltre livelli di inquinamento incompatibili con la vita delle persone. La definizione di sostenibilità deve quindi tener conto di due punti di vista, il primo di carattere tecnico e prestazionale, l’altro relativo ad un nuovo rapporto tra architettura e paesaggio che generi identità con una maggiore empatia creativa. Contro un modello che è indifferente ai luoghi e alle persone, la sostenibilità è per definizione non globale, è contro il principio di appiattimento e semplificazione dei linguaggi.

PDF invito 
 

Per informazioni www.architettitrento.it