logo osservatorio tsm
logo osservatorio tsm
14/12/2017
(12.06.2017)

Legge per il governo del territorio: a servizio delle imprese e dei cittadini trentini

Novità sul fronte urbanistico con l'approvazione oggi in Consiglio di alcune modifiche alla legge provinciale per il governo del territorio e di altre disposizioni in materia di ambiente, energia, lavori pubblici e turismo. Le modifiche proposte con questo disegno di legge sono volte a specificare e chiarire le norme vigenti, non incidono sugli obiettivi della legge che rimangono confermati ma sono finalizzate ad assicurare maggiore sistematicità e coerenza. La proposta è finalizzata a un ulteriore miglioramento della disciplina urbanistica provinciale a circa due anni dalla sua entrata in vigore e recepisce le indicazioni emerse dal confronto con il tavolo di partecipazione che ha coinvolto i principali portatori di interesse nel proficuo lavoro condotto per l’elaborazione del regolamento urbanistico-edilizio provinciale. Tra le novità introdotte, la proposta di legge rafforza le norme transitorie in materia di piani attuativi, allinea la disciplina degli spazi di parcheggio e di contributo di concessione e sue esenzioni alle norme regolamentari. In particolare, sia per gli standard di parcheggio che per il contributo di costruzione, il disegno di legge propone il passaggio dalla superficie utile lorda alla superficie utile netta quale unità di misura da considerare per il relativo calcolo.

“L’approvazione di oggi delle modifiche della legge per il governo del territorio – ha sottolineato l’assessore all’urbanistica Carlo Daldoss - coincide con l’entrata in vigore del regolamento urbanistico provinciale approvato dalla Giunta il 19 maggio scorso. Grazie a questo ulteriore approvazione completiamo quindi il quadro urbanistico-edilizio provinciale, nell’ottica della organicità e unitarietà delle disposizioni. Il disegno di legge, come il regolamento, è il risultato di un lavoro di squadra, un lavoro che ha sempre tentato di mettere al centro il confronto tra tutti gli interlocutori per individuare la migliore soluzione rispetto alle esigenze del territorio. Questo traguardo ritengo sia un passo avanti verso il modello di assetto territoriale, paesaggistico e socio-economico che prefiguriamo per questa provincia, nell’ottica di risparmio del suolo e della qualità complessiva del paesaggio”. Dalle consultazioni è emersa una sostanziale condivisione degli obiettivi perseguiti e del metodo di lavoro impiegato, aperto al confronto con soggetti istituzionali, organizzazioni professionali e categorie economiche del settore edilizio.

Dopo l'approvazione in Giunta il 19 maggio scorso, infine entra in vigore da oggi il Regolamento urbanistico-edilizio provinciale. Con il regolamento, viene assicurato un testo coordinato di tutte le disposizioni urbanistico-edilizio provinciali, con immediata efficacia e prevalenza rispetto a quelle contenute nei piani regolatori comunali. Viene in questo modo superata la frammentarietà delle fonti e della disciplina e sono ulteriormente specificati e resi di concreta operatività le finalità e i principi ispiratori della legge provinciale legge provinciale per il governo del territorio (L.P. 4 agosto 2015, n. 15), tra i quali figurano riproducibilità, qualificazione, valorizzazione delle risorse territoriali e sussidiarietà, partecipazione e valutazione nei procedimenti di pianificazione, sviluppo sostenibile attuato attraverso il risparmio del territorio e l’incentivazione della riqualificazione e del recupero degli insediamenti esistenti.

Regolamento urbanistico-edilizio provinciale: http://www.urbanistica.provincia.tn.it/normativa/legge15_2015/regolamento_2017/