logo osservatorio tsm
logo osservatorio tsm
19/10/2018
(16.03.2018)

In occasione della Giornata del paesaggio, presentato l’impegno della Provincia per il recupero dei centri storici

Il Trentino celebra la Giornata nazionale del paesaggio rilanciando l’impegno per la tutela di questo straordinario bene comune e la trasformazione dei centri storici. 
Per l’occasione, il Comitato provinciale per la cultura architettonica e il paesaggio ha proposto presso la sede di tsm di via Giusti a Trento un momento di confronto sulla esperienza in materia di trasformazione di spazi urbanizzati e paesaggio ad un anno dall’entrata in vigore della nuove legge urbanistica. Intervenendo ai lavori, l’assessore provinciale all’urbanistica Carlo Daldoss ha ringraziato il contributo garantito dal Comitato: “Il paesaggio è oggi uno temi dall’agenda politica trentina, grazie anche al vostro lavoro, perché guardare con attenzione e competenza agli spazi urbani è fondamentale per le sfide che ci attendono”. Daldoss ha anche annunciato il bando aperto dal 2 maggio prossimo, da 40 milioni di euro che la Provincia investirà per il rifacimento delle facciate dei centri storici. E proprio in questi giorni l’assessore ha iniziato il tour che lo porterà in tutto il Trentino a presentare le nuove misure a favore della casa: l’anticipo delle detrazioni fiscali, l’acquisto della prima casa e le misure per la riqualificazione delle facciate degli edifici dei centri storici.

Istituita nel 2016 con l'obiettivo di richiamare il paesaggio quale valore identitario, la Giornata intende trasmettere alle giovani generazioni il messaggio che la tutela del paesaggio e lo studio della sua memoria storica costituiscono valori culturali ineludibili e premessa per un uso consapevole del territorio e uno sviluppo sostenibile. 

In occasione della Giornata nazionale del paesaggio, il Comitato provinciale per la cultura architettonica e il paesaggio ha un ciclo di incontri su casi concreti e  sull'approccio ai temi della trasformazione del territorio, ed in particolare sul “Recupero e riqualificazione dei centri storici”.

“Guardare agli spazi urbani - ha esordito l’assessore provinciale all’urbanistica Carlo Daldoss - è uno degli elementi fondamentali per saper cogliere e risolvere le sfide legate al territorio dei prossimi anni. Legge urbanistica provinciale, alla quale ha lavorato il comitato, non vuole insegnare a progettare ma intende sensibilizzare su come progettare e realizzare gli interventi sul territorio”.  Daldoss ha ricordato il clima positivo tra amministrazione e uffici provinciali e rappresentanti degli ordini professionali: “Ci siamo confrontati, anche in maniera dura, ma con l’obiettivo di costruire le basi per un Trentino che rimanga una terra di eccellenza. Per quel che mi riguarda il tema di discussione è ‘come intervenire’ all’interno dell’edificato tenendo conto di approcci che, a seconda delle sensibilità, possono risultare più o meno conservativi. E qui ritorna prezioso il ruolo del comitato”.

In tema di trasformazione degli spazi urbanizzati, Daldoss ha sottolineato come la Provincia investirà ancora importanti risorse per il recupero delle facciate degli edifici nei centri storici: “In maggio si aprirà il bando da 40 milioni di euro ma da subito io incontrerò i cittadini trentini in oltre 40 appuntamenti in cui voglio spiegare loro ragioni ed opportunità di questa ed altre misure, quali l’anticipo delle detrazioni fiscali, l’acquisto della prima casa oppure, più semplicemente, la possibilità di ritinteggiare l’abitazione senza più autorizzazione. In questo ultimo caso, il cittadino può scegliere per la propria abitazione un colore tra quelli individuati e che meglio si inseriscono nel paesaggio trentino”.

I prossimi due incontri del Comitato provinciale per la cultura architettonica e il paesaggio sono previsti, sempre presso gli spazi Tsm di via Giusti a Trento, nei prossimi 11 e 16 aprile ed avranno come tema i “Progetti di recupero” e il “Valore del colore”.