logo osservatorio tsm
logo osservatorio tsm
17/10/2017

Le stazioni di partenza degli impianti di risalita: condizioni di criticità nel paesaggio della montagna trentina

La ricerca è promossa dal Gruppo di lavoro “turismo e paesaggio” e affronta il tema del degrado paesaggistico che spesso investe le aree di partenza degli impianti di risalita. 
Lo studio si pone l’obiettivo di coniugare il processo di “industrializzazione” progressiva del turismo alpino, declinandolo in termini di maggiore sostenibilità dei luoghi.
Partendo dall’analisi delle criticità ricorrenti, la ricerca individua alcuni obiettivi generali di riqualificazione così riassumibili:

  • la multifunzionalità degli spazi, intesa come razionalizzazione delle funzioni legate alla programmazione dell’uso degli spazi e delle aree, rivolta alla creazione di luoghi maggiormente versatili e sostenibili, compatibili con lo svolgimento di funzioni diverse, nelle diverse stagioni dell’anno;
  • la maggiore funzionalità e più razionale organizzazione degli spazi, è orientata a garantire maggiore economicità ed efficienza gestionale;
  • la riqualificazione estetica degli spazi attualmente fortemente degradati, va perseguita attraverso interventi di natura architettonica e paesaggistica, estesi a spazi aperti, edifici, infrastrutture e impianti;
  • la valorizzazione ecologica degli spazi, è necessaria al fine di rendere in futuro la presenza di questi contesti, oggi problematici, più sostenibile dal punto di vista ambientale.

La ricerca, che si conclude con due applicazioni a scala progettuale di carattere esemplificativo, è terminata relativamente agli aspetti di elaborazione tecnica e costituirà la base per la redazione di un documento programmatico in fase di condivisione da parte del Gruppo di lavoro e successivamente del Forum dell’Osservatorio.

E’ in corso un approfondimento sul tema delle pavimentazioni e della gestione dello sgombero neve che si articolerà in una serie di specifiche tecniche ad integrazione della ricerca.

La pubblicazione del documento è prevista per l’inizio del 2017.